Tagliamento, alla scoperta del re dei fiumi alpini

Con i suoi 170 km il Tagliamento offre uno spaccato del Friuli-Venezia Giulia dalle Alpi al Mare Adriatico

Territorio

Il Tagliamento ha una bellezza algida e selvaggia, che deve aver preso dalle montagne delle Alpi Carniche dove nasce. Sfodera il fascino di un caleidoscopio di colori che dall’azzurro vira al verde profondo, come il mare dove si immerge dopo 170 km di viaggio. Il Tagliamento, detto anche il re dei fiumi alpini, è il compagno fedele di chi attraversa il Friuli Venezia Giulia e scorre anche accanto a San Daniele. Questo fiume ti sorprende improvvisamente, dopo chilometri di strada, con uno scorcio mozzafiato o un’incantevole insenatura. Si muove sinuoso da nord a sud, attraversando il suo corso originale, perché poco ha fatto l’uomo per mettere mano all’eleganza dei suoi canali intrecciati. Se non volete perdervi questo spettacolo, vi suggeriamo alcuni luoghi dove poterlo ammirare in tutto il suo splendore.

Ponte di Pinzano al Tagliamento

È un ponte che ha letteralmente fatto la storia ed è una delle principali vie di collegamento a San Daniele del Friuli. Nel corso dei secoli, su questa strettoia del fiume, sono state usate per l’attraversamento barche, traghetti e ponti in legno. Solo all’inizio del Novecento fu realizzato il definitivo ponte in cemento armato, che però ebbe vita breve, perché fatto saltare durante la Prima Guerra Mondiale. Ricostruito, venne danneggiato durante la piena del 1966 e successivamente ripristinato.

Fortezza di Osoppo e Lago di Cornino

Lungo il corso del fiume si può scorgere la Fortezza di Osoppo: situata in posizione strategica su un colle, dall’alto della sua imponenza si gode una vista spettacolare sul Tagliamento. Per arrivarci, dal centro di Osoppo, occorre prendere la strada costruita dai militari napoleonici nel XIX secolo. Prima di giungere in cima al Forte vi sembrerà di camminare in mezzo a secoli di storia tra gallerie, fossati e quel che rimane di alcune trincee. Le acque verde-azzurro del Lago di Cornino, poi, vi incanteranno senza dubbio. Così come i sentieri della sua riserva naturale, che si trova nel comune di Forgaria, da cui non sarà difficile scorgere il nostro fiume. Ogni tanto però guardate in alto nel cielo, potreste imbattervi nel volo di un grifone.

Scienziati sul Tagliamento

L’ecosistema Tagliamento è, infatti, al centro di un progetto che mette insieme partner internazionali di altissimo livello come il Mit di Boston e l’università canadese di Waterloo, in Ontario, guidati dall’Istituto di ecologia delle acque e di pesca nelle acque interne di Berlino, che in ambito scientifico è noto come Igb. Gli studi che questi importanti istituti internazionali stanno portando avanti dimostrano quanto il progetto abbia rilevanza mondiale. Gli stessi scienziati impegnati nei rilevamenti affermano come il Tagliamento sia un fiume unico al mondo, poiché si è conservato ancora in modo pressoché inalterato lungo il suo corso.