La Toscana e il suo pane: proverai sì come sa di sale lo pane altrui

Il San Daniele incontra la specialità gastronomica che caratterizza la storia e la cultura fiorentina fin dai tempi antichi

Luoghi
Pane-Sciapo.int

“Tu proverai sì come sa di sale lo pane altrui” afferma Dante nella Divina Commedia. Un chiaro riferimento al fatto che il pane toscano viene prodotto senza sale sin dal Medioevo, divenendo già da allora accompagnamento ideale per cibi saporiti e piccanti e per ogni tipo di salume. Detto anche Sciocco o Sciapo, il pane toscano si sposa perfettamente anche con il prosciutto di San Daniele, del quale mette in risalto sapore e dolcezza. In Toscana il pane è sempre stato l’alimento base dell’alimentazione di tutti i ceti sociali, divenendo così parte integrante dell’organizzazione sociale e della vita quotidiana della gente. In alcuni casi la sua produzione ha assunto e mantenuto nel tempo caratteri rituali, quasi mistici: in tutte le case coloniche, ad esempio, non potevano mancare il forno a legna o la madia, la cassa dove veniva depositato il pane.