Relais & Châteaux al gusto di San Daniele

Il Consorzio del prosciutto friulano sigla una partnership con l’illustre associazione internazionale

Eventi
relais-chateaux e san daniele

Ovunque nel mondo, unico al mondo. È uno dei motti di Relais & Châteaux che ben si presta ad essere mutuato da uno dei simboli gastronomici del made in Italy: il Prosciutto di San Daniele. unnamedSoprattutto a partire da questo mese di marzo, grazie alla partnership tra il Consorzio del Prosciutto di San Daniele e l’Associazione che riunisce 540 dimore in tutto il mondo. Hotel di charme e ristoranti prestigiosi dove godere di un’ospitalità d’eccezione legata alla valorizzazione del patrimonio agroalimentare e paesaggistico. Luoghi dove è possibile sperimentare quel buon vivere che è tipico anche delle terre friulane da cui proviene il San Daniele DOP.

L’associazione, nata sessant’anni fa e che riunisce Proprietari, Maître de Maison e Chef indipendenti è oggi un punto di riferimento nel panorama alberghiero e nella ristorazione di qualità. La partnership siglata con il Consorzio permette al San Daniele DOP di farsi apprezzare in contesti di eccellenza. Posti in cui sentirsi accolti come a casa propria e dove ogni pranzo è concepito come una festa dei sensi e un momento di gioia condivisa.

Le dimore di Relais & Châteaux sono luoghi con delle radici, una storia, un radicamento al territorio che li contraddistingue all’interno del panorama dell’ospitalità. Valori che sono condivisi anche dal Consorzio del Prosciutto di San Daniele che, proprio per fare apprezzare meglio le peculiarità di un prodotto legato in modo imprescindibile alla sua terra, apre le porte dei suoi centri di produzione agli associati Relais & Châteaux. I quali potranno conoscere un ecosistema ambientale e climatico irripetibile, ma anche tradizioni di una lavorazione millenaria grazie ai quali nasce una DOP dalle caratteristiche inconfondibili. Un bagaglio di sapienza e sapori che, una volta a casa, potranno trasmettere alle migliaia di ospiti che ogni anno saranno accolti nelle loro dimore.

18 Marzo 2016