Un convivio di musiche, letture, canzoni e invenzioni dedicato all’elogio del buon prosciutto e del buon vivere

All’Expo di Milano la presentazione di un libro fuori dagli schemi

Eventi
MAG2

Presso The Waterstone, spazio espositivo di Banca Intesa all’Expo di Milano, è stato presentato “L’Elogio del prosciutto”, un volume che raccoglie otto performance di attori, studiosi, scrittori e musicisti che hanno voluto raccontare il prosciutto di San Daniele seguendo la loro speciale sensibilità.

Ne sono protagonisti Stefano Bartezzaghi, Andrea Collavino, Masolino D’Amico, Angelo Floramo, Leonardo Manera, Antonella Sbuelz, Piero Sidoti e Gegè Telesforo.

Frutto della collaborazione tra il Consorzio del Prosciutto di San Daniele e Paolo Patui, direttore artistico dell’associazione LeggerMente e curatore dell’opera, il progetto ha preso vita dall’idea del Consorzio di mettere in sinergia le conoscenze del gusto con quelle della cultura. È nata così la prima edizione de “L’Elogio del prosciutto”, un volume in cui il San Daniele assume via via diversi significati: persone, luoghi, esperienze ma anche consapevolezza del tempo, inteso come unità di misura della storia e del cadenzare lento delle fasi della produzione. Tutti i protagonisti che hanno creato, interpretato e raccontato il proprio “Elogio” con la loro opera dimostrano in questo modo, ancora una volta, come lo stare bene sia proprio delle emozioni quanto lo è dell’equilibrio del nostro corpo.

Di seguito, il libro “L’Elogio del prosciutto” interamente sfogliabile: