Il San Daniele ovvero un capolavoro nutrizionale

Scopriamo perché il prosciutto friulano è buono non solo per il palato ma anche per la salute

Cucina

Che il Prosciutto di San Daniele sia buono è un dato di fatto, ma che faccia in qualche modo bene è una dichiarazione che stamperà un’espressione di sorpresa sul viso di molti. A sostegno di questa nostra affermazione non porteremo le testimonianze parziali di un fanclub del noto salume, tanto meno quella di un panel di nonne che hanno tirato su generazioni di sandanielesi a pane e prosciutto. A supportarci sono degli studi effettuati qualche anno fa dall’Istituto Nazionale della Nutrizione, secondo cui la carne di suino italiano si è evoluta sotto il profilo nutrizionale, grazie soprattutto a un’alimentazione strettamente controllata.

Le ricerche hanno rilevato che la materia prima usata per fare prosciutti e salumi tradizionali italiani è caratterizzata da alte concentrazioni di minerali e di vitamine, nonché da un equilibrato contenuto di grassi saturi e insaturi. Quest’ultimi poi sarebbero in aumento, nota positiva visto che sono grassi che possono avere effetti benefici sul cuore e sulla circolazione. C’è poi un altro elemento importante, la presenza di Omega-6. Si pensi che 50 gr. di Prosciutto di San Daniele ne contengono il 13% del fabbisogno giornaliero di un adulto. Per non parlare poi di altre sostanze nutritive come il ferro, lo zinco, il potassio e le vitamine del complesso B.

Una menzione speciale va fatta sulla questione additivi, conservanti e compagnia bella, di cui non si trova traccia nell’eccellenza friulana, come il Disciplinare di produzione comanda. Aggiungiamoci anche una tradizione norcina che punta su una lunga stagionatura e le ragioni di questo capolavoro nutrizionale son presto dette. Anzi ne mancherebbe ancora una: facilmente digeribile, il Prosciutto di San Daniele è indicato nelle diete ipocaloriche e in quelle pensate per atleti, bambini e anziani. Insomma un gustoso jolly alimentare da giocarsi in qualsiasi momento e a qualsiasi età.

9 Febbraio 2018