Frico con patate e Prosciutto di San Daniele

La ricetta simbolo del Friuli Venezia Giulia in abbinamento a uno dei suoi prodotti più apprezzati

Cucina
TOP-frico

Ci sono piatti che sono legati indissolubilmente alla terra che li ha visti nascere. Richiamano alla mente luoghi e atmosfere, sfidando qualsiasi distanza spazio-temporale o culturale. Raccontano come un trattato di un popolo e delle sue usanze. Fra questi c’è senza dubbio il frico, un’antica presenza sulle tavole friulane, capace di fare subito focolare. Nato dall’ingegno della cucina contadina, è una di quelle preparazioni che prevedeva l’uso di ingredienti poveri e di riciclo per riempire le pance, soddisfare il gusto e scaldare i cuori. La base è semplice: patate, cipolle e formaggio. Una volta servito caldo nei piatti, noi suggeriamo di accompagnare il frico con abbondanti fette di gustoso San Daniele.

Ricetta “ufficiale” del frico della sagra di Carpacco
Ingredienti
1 kg di patate
50 gr. di cipolla
600 gr. di formaggio di latteria di tre mesi
olio d’oliva, sale e pepe
prosciutto di San Daniele Dop a piacere

Preparazione
Pelare le patate, grattugiarle grossolanamente e cuocerle con poco olio, sale e pepe. Soffriggere la cipolla e unirla alle patate e al formaggio preparato a dadini. Amalgamare a fuoco lento affinché il formaggio sia fuso completamente. Lasciar dorare da ambo le parti il frico e servire caldo.

Note:
Da “pesatura sperimentale”, risulta che per fare una padella di frico (4 porzioni da sagra, quindi abbondanti) servono 750 gr. di formaggio (tagliato a dadini) e 600 gr. di patate (peso riferito alle patate precotte, quindi circa 1 kg. di patate crude).
 
Il tempo per la cottura del frico dal momento in cui si uniscono tutti gli ingredienti è di circa 15 minuti (fuoco lento ma non lentissimo).

13 Gennaio 2017